Depuratori e addolcitori, perché spesso conviene il comodato d’uso

porcellino salvadanaio su sfondo azzurro, color acqua

Tanto a un privato quanto al titolare di un’impresa sarà capitato di dover accantonare l’idea di installare un depuratore o un addolcitore. Pur attratti dai vantaggi che macchinari simili possono garantire in termini di qualità dell’acqua, risparmio e rispetto dell’ambiente, alcuni di essi avranno probabilmente dovuto scontrarsi con i costi d’acquisto. Si sa che un conto è progettare, un altro guardare in faccia la realtà economica, la quale talvolta ci costringe a rinunciare ai nostri desideri, imponendoci di relegarli in un cantuccio della mente dal quale tirarli fuori soltanto quando il conto in banca lo permetterà. Ma davvero dobbiamo aspettare tempi migliori per poter avvantaggiarci dei benefici forniti dal trattamento delle acque? La risposta è no.

Prima di gettare sbrigativamente la spugna, è bene considerare l’esistenza di uno strumento particolare, alternativo all’acquisto, che ci permette di poter concretizzare i nostri progetti già nell’immediato. Questo strumento è rappresentato dal comodato d’uso, un contratto che consente al beneficiario –  sia esso un privato o un imprenditore – di godere di un determinato bene senza sostenere costi “folli”. Il comodato d’uso è sempre più utilizzato, perché evita di procrastinare la trasformazione delle idee in realtà. Grazie a questo contratto, installare un addolcitore o un depuratore non sarà più una faccenda riservata a chi ha disponibilità economiche immediate, bensì un’opzione disponibile per un’ampia platea, che potrà beneficiare degli indiscutibili, seguenti vantaggi:

1. Riduzione delle spese iniziali

Quanto poc’anzi detto permette di capire quale sia la prima utilità del comodato d’uso: siglando tale accordo, potrai far tuo un depuratore o un addolcitore senza dover sborsare una somma ingente in un’unica soluzione. Si tratta di una proposta interessante non soltanto per chi deve tener d’occhio il portafoglio ma anche per coloro i quali, pur disponendo di ampia liquidità, preferiscono immobilizzare quella somma in altri progetti. Nello specifico, con il comodato d’uso il macchinario idrico sarà tuo con una ridotta spesa iniziale.

In tal modo – almeno con Idrika – la famiglia o il ristorante possono ridurre di molto l’impatto iniziale, semplicemente affidando agli specialisti la manutenzione semestrale degli impianti. La tua casa o la tua impresa saranno dotati di strumenti che andranno a migliorare la rete idrica; tu e i tuoi cari, così come i tuoi clienti e dipendenti, ne trarrete vantaggio. Non dovrai preoccuparti del tuo conto in banca e l’acqua della rete idrica sarà buona da bere e perfetta per le pulizie e il riscaldamento, con evidenti riscontri positivi in termini di salute, risparmio e rispetto dell’ambiente. 

2. Installazione

Niente vincoli d’acquisto, soltanto benefici. Non è uno slogan pubblicitario, ma la realtà dei fatti che spiega perché il comodato è preferibile all’acquisto. A corroborare questa certezza, c’è da considerare un secondo vantaggio, costituito dal fatto che avrai diritto anche all’installazione del depuratore o dell’addolcitore da te scelto. Un beneficio non da poco, che ti farà trarre un sospiro di sollievo. Prova a immaginare per un attimo l’alternativa: impiantare il dispositivo con le tue mani. Sì, il fai da te ha un fascino indiscutibile e probabilmente tu sei un asso in tal senso, ma è preferibile non improvvisarsi esperti, ed è sempre meglio evitare di perlustrare terre sconosciute se non si è esploratori provetti. Il comodato d’uso ti eviterà di commettere danni, permettendoti di contare sulla professionalità di un tecnico che, una volta firmato il contratto e previo appuntamento, verrà a casa tua o nella tua azienda e procederà all’installazione del macchinario, garantendone il perfetto funzionamento e la massima resa. Un’operazione semplice e realizzata in poco tempo, che ti permetterà di gustare un buon bicchiere d’acqua o di prolungare la vita dei tuoi elettrodomestici.

3. Manutenzione

E non credere che, compiuta l’installazione, il tecnico ti dirà addio per sempre. Non sarai abbandonato al tuo destino, perché la professionalità degli specialisti del settore sarà al tuo fianco per tutta la durata del contratto. A cadenze prestabilite, riceverai la visita di un esperto che provvederà al controllo del tuo depuratore o del tuo addolcitore. Il diritto alla manutenzione è specificatamente previsto nell’accordo, pertanto, a cadenza semestrale, un addetto busserà alla porta della casa tua o della tua azienda (sempre previo appuntamento), e verificherà lo stato del macchinario. Egli non si limiterà a una sbirciatina, bensì si occuperà specificamente del ricambio dei filtri, elementi necessari per far sì che le caratteristiche della tua acqua rimangano costantemente all’interno di standard qualitativamente ottimali. Inoltre, per tutta la durata del contratto, i ricambi di manutenzione ordinaria non ti costeranno nulla. Pensa un po’: Basta il semplice pagamento del canone mensile, e le tue preoccupazioni relative alla manutenzione si dissolveranno. 

4. Assistenza 

E se il macchinario fra le bizze prima della data prevista per controllo di manutenzione? Anche in questo caso, non hai nulla da temere. Il contratto di comodato tiene conto anche di questa eventualità, per cui l’azienda fornitrice del servizio si cura di non lasciarti solo neppure nei momenti in cui qualcosa non va. Ti basterà segnalare il guasto e, grazie a una rete di assistenza precisa e affidabile, avrai diritto all’assistenza straordinaria. Potendo contare su un simile servizio, riuscirai a risolvere eventuali noie in breve tempo, consentendo alla tua famiglia di poter prontamente tornare a beneficiare di un impianto ecologico, salutare ed economico. E in azienda, dove il business non può permettersi rallentamenti, la prontezza dell’assistenza straordinaria ti permetterà di continuare a soddisfare le esigenze della tua clientela. Insomma, si tratta di un bel vantaggio, che facilita la vita tanto dei privati quanto degli imprenditori. 

5. Canone bloccato

Come a chiudere un cerchio ideale, l’elenco dei vantaggi si conclude tornando all’argomento iniziale: la convenienza economica. Se l’apertura è stata dedicata al minor impatto che il comodato d’uso ha sul conto in banca rispetto all’acquisto, ora è bene sottolineare che quella convenienza non viene meno neppure con il passare del tempo. Sappi che, se deciderai di ricorrere a tale forma contrattuale, non dovrai preoccuparti di sorprese spiacevoli. La cifra del canone, concordata al momento della firma, non subirà improvvisi e inattesi aumenti, bensì avrai la garanzia che essa resterà inalterata fino alla scadenza del contratto. Inoltre, in ogni momento potrai liberamente recedere dal contratto senza essere costretto a pagare eventuali penali. Con il comodato d’uso, dotarsi di un depuratore o di un addolcitore sarà facile come bere un bicchier d’acqua. È proprio il caso di dirlo.

IDRIKA di Cristiano Di Natale
Sede Legale: Corso Europa 271/b Villaricca (Na)
C.F. DNTCST70T07F839H | P.IVA 07221161214

© IDRIKA di Cristiano Di Natale – diritti riservati

Site by web agency  Webers